Rovereto Kids 2018 – 33 Trentini Triathlon
Domenica 17 Giugno, Rovereto

Domenica 17 Giugno CSS Triathlon ha schierato 8 atleti alla partenza di questa edizione del Triathlon di Rovereto. Uno scenario collinare, avvolto dalle montagne e bagnato dall’Adige e dai suoi piccoli affluenti, ha accolto questa spedizione vincente della compagine veronese.
La mattinata è partita al meglio con la categoria Minicuccioli che affrontavano un duathlon (corsa – bici – corsa). Alla partenza per la CSS la piccola Ada Zambelli, che già dopo la prima frazione di corsa fa capire di poter conquistare un gradino del podio. Durante il tratto pedalato resta di poco distaccata dall’atleta di testa, per poi raggiungerla poco prima dell’ultima transizione. La corsa finale vede Ada imporsi al traguardo per conquistare il primo oro di giornata.
Prosegue la mattinata fino alla partenza della categoria Ragazzi che hanno affrontato 200m a nuoto, 3km in bici e 1km di corsa. Alla partenza per CSS Triathlon Tommaso Marogna e Aleardo Zambelli. Marogna esce dal laghetto in 8^ posizione, grazie ai 3km pedalati recupera una posizione, che però si fa sfuggire durante la corsa, terminando così la gara 8°. Zambelli esce dall’acqua in 13^ posizione, una frazione ciclistica in solitaria non gli permette di guadagnare posizioni, così è costretto a difendere, con successo, il 13° posto di corsa.
Alle 11:20 è il momento della categoria Youth A, che vede alla partenza maschi e femmine insieme. I bianco-azzurri di Verona schierano Vittoria Ferrarin fra le ragazze, Matteo Signorini, Diego Tranfuga e Gabriele Bravin per i maschi. La prima ad uscire dall’acqua è Vittoria che precede di pochi secondi la più immediata inseguitrice. Una frazione ciclistica tiratissima nella prima parte, e più gestita nel finale, le consente di terminare anche i 6km in sella in prima posizione, incrementando ulteriormente il vantaggio. Restano da correre gli ultimi 2000 metri, in cui Vittoria potrebbe gestire la situazione, ma non si accontenta ed incrementa nuovamente il gap rispetto a che la insegue, chiudendo la prova sul gradino più alto del podio con un vantaggio di 1’31’’ sulla rivale alle sue spalle.
Per quanto riguarda i maschi il primo ad uscire dall’acqua è stato Matteo, approdando a riva per 7°, in bici alterna momenti con altri atleti a momenti in solitaria confermando la 7^ posizione. Solo grazie alla frazione di corsa recupera un avversario portandosi a ridosso dei primi e chiudendo 6° ad un minuto dal terzetto di testa.
Diego e Gabriele chiudono una frazione di nuoto sofferta rispettivamente 11° e 13°. Entrambi si ritrovano da soli in bicicletta, il che fa perdere a Diego un’altra posizione. Di corsa però entrambi riescono a rimontare chiudendo appena fuori dalla top-ten.
L’ultima gara in programma vede alla partenza Youth B e Juniores, sia maschi che femmine. A rappresentare CSS c’è Celeste Visentini, classe 2002. L’atleta veronese dopo una buona prova di nuoto, gestisce i 10km in bicicletta, ma soffre, anche per colpa del gran caldo, i 3000 metri finali di corsa. Nonostante ciò riesce a salire sul terzo gradino del podio, aggiungendo un bronzo al medagliere CSS Triathlon.

“Non posso che essere soddisfatto di questa trasferta trentina: una spedizione di 8 atleti, di cui 3 salgono sul podio è veramente un ottimo risultato. Le nostre “quote rosa” hanno predominato, in tre al via e tutte hanno portato a casa medaglie. Vittoria conferma l’ottimo stato di forma in vista del Campionato Italiano, il weekend passato è arrivata seconda, e oggi finalmente ha portato a casa un oro, che in stagione era arrivato solo nel duathlon di Bussolengo. Per gli Youth maschi ottima prova di Matteo Signorini che finalmente inizia a difendersi meglio in acqua, e così sull’asfalto non è costretto sempre ad inseguire. Con Gabriele e Diego dobbiamo senz’altro lavorare ancora, ma soprattutto il secondo quest’anno ha disputato poche gare, e senz’altro è un aspetto da non sottovalutare. Celeste non è ancora al top della forma, e patisce il caldo, già a Porto sant’Elpidio è stata costretta al ritiro per un malore. Oggi nonostante un piccolo mancamento ha stretto i denti, e il bronzo l’ha ripagata. Passando ai più giovani buona prova di Aleardo e Tommaso, speravo che Marogna in acqua stesse più a ridosso dei primi, ma si è gestito bene difendendosi poi alla grande nelle altre due discipline. In fine la piccolissima Ada, sempre carica e piena d’energia, mi riempie ogni volta di gioia. Oggi nessun inghippo in zona cambio, e si è potuta esprimere al massimo, sempre col sorriso, e questa volta anche con un oro al collo.
Ora un weekend di pausa, poi spedizione a Carbonera (TV) per il 3° Trofeo Triathlon Sprint “Le Bandie degli Eroi”, dove rientrerà alle corse anche Giulia Likawetz dopo lo stop per gli esami scolastici.”
Nicolas Olmi